• set santa 15Domenica 29 marzo, solennità delle Palme, ha inizio la Settimana Santa. Alle 11, l’arcivescovo di Pompei, monsignor Tommaso Caputo, presiederà la funzione Eucaristica. La Messa crismale sarà celebrata alle 19 di mercoledì 1° aprile. Giovedì santo, alle 19, avrà inizio la Messa in Coena Domini e, alle 21.30, l’adorazione all’Altare della reposizione. Alle 15.30 del Venerdì santo, i ragazzi dell’ACR diocesana animeranno la via Crucis nel piazzale San Giovanni XXIII. Alle 18, si celebrerà la Passione del Signore in Basilica e alle 21 la comunità parrocchiale del Santissimo Salvatore animerà la via Crucis in piazza Bartolo Longo. La Veglia Pasquale avrà inizio alle 22 di Sabato santo. L’arcivescovo Tommaso Caputo celebrerà la Messa del 5 aprile, Domenica di Pasqua, alle 11 in Santuario.

    Scarica Locandina
  • papa francesco newsPompei ha finalmente abbracciato Papa Francesco. Alle 7.48 di questo primo giorno di primavera, il Santo Padre è atterrato nella città mariana, dove è rimasto per circa un’ora, prima di proseguire il suo cammino verso Napoli. In Area Meeting, dove è stato allestito l’eliporto, è stato accolto dall’Arcivescovo Prelato e Delegato Pontificio, mons. Tommaso Caputo, e dal Sindaco, Ferdinando Uliano. Papa Francesco ha attraversato il lungo viale del parcheggio della Basilica, salutando il cordone di fedeli giunti fin dalle primissime ore del mattino. Primi a salutarlo, i giovani strumentisti del Complesso Bandistico “Bartolo Longo-Città di Pompei”, gli ospiti di tutte le opere di carità e gli alunni delle scuole del Santuario. Bagno di folla anche in Piazza Bartolo Longo, dove, ad attenderlo c’erano
  • keep lentLa Quaresima dei giovani di Pompei è social. Dal 18 febbraio, Mercoledì delle Ceneri, partirà, infatti, l’iniziativa “KeepLent”, promossa e organizzata dall’Ufficio di Pastorale Giovanile diocesano, guidato da don Ivan Licinio e Vittorio Tufano, che ha ideato un percorso di preparazione alla Quaresima studiato ad hoc per i giovani, attraverso uno dei social network più amati dagli adolescenti. Grazie a “Keep Lent”, ogni giorno, attraverso un gruppo creato sull’applicazione di messaggistica mobile istantanea WhatsApp, sarà data la possibilità, a tutti gli iscritti, di regalarsi un momento di ascolto e, soprattutto, di riflessione sul Vangelo del giorno, commentato, di volta in volta, da sacerdoti, catechisti, educatori di Azione Cattolica, insegnanti di religione,
  • Copertina 20 sabati verdeCon il mese di dicembre è ricominciata, in Santuario, la celebrazione dei “Venti Sabati del Santo Rosario”, la pia pratica che accompagna i fedeli, sabato dopo sabato, al giorno in cui si recita la Supplica. Questa devozione, infatti, così come proposta dal Santuario di Pompei, consiste nell’impegno di rivivere, per venti sabati consecutivi, i misteri del Santo Rosario, in preparazione alle due grandi giornate dell’8 maggio e della prima domenica di ottobre, quando, a mezzogiorno, simultaneamente in tutto il mondo, si recita la Supplica, la preghiera composta dal Beato Bartolo Longo nel 1883. Ed è proprio alla scuola del Beato, fondatore del Santuario, centro che ha contribuito, più di altri, alla diffusione di questa pratica, che si svolgono i Venti Sabati.
 

Supplica alla Vergine

 

I Papi e Pompei

 
 

1979

 

2003

 

2008

 
S.E. Mons.

Tommaso Caputo

Donazione PayPal

Importo:
Donazione al Pontificio Santuario delle Beata Vergine del Santo Rosario di Pompei

Orari e Celebrazioni

Il Rosario e la Nuova Pompei

OFFERTE AL SANTUARIO

 
borse_studio

Borse di Studio

Leggi Altro >>
home_restauro

Restauro

Apri >>
Stampa

Home Page

Pompei è opera di Dio

tempio dello Spirito, luogo di conversione e di riconciliazione, di misericordia e di preghiera, di spiritualità e di santità. È città di Maria, venerata come Vergine del Rosario, alla cui scuola milioni di pellegrini imparano ad ascoltare le parole del suo figlio Gesù e a farne una ragione di vita.

Pompei è dono dell’amore di Bartolo Longo

un innamorato della vita, un avvocato santo, che, animato da una straordinaria pietà mariana, ha impegnato tutta la vita a servizio del Vangelo, costruendo una nuova città dell’amore.

Pompei è Rosario

progetto di vita, via che conduce alla contemplazione dei misteri della salvezza, rifugio sicuro nelle prove della vita, catena che lega i cuori a Dio e ci fa fratelli. È Supplica, preghiera filiale, fiduciosa e devota alla Madre del Signore. È missione mariana, mandato apostolico, servizio della Parola, impegno di annuncio della buona notizia del Vangelo con Maria e per Maria, la Vergine dell’ascolto e del fiato.

Pompei è laboratorio di solidarietà e di promozione umana

migliaia di ragazzi e ragazze, di uomini e donne, vittime del disagio sociale, sono stati accolti e restituiti alla propria dignità umana, sperimentando il calore di una casa e di una famiglia.

Pompei è crocevia di uomini e di popoli

di culture e di nazionalità, luogo di incontro di una umanità assetata di Dio e desiderosa di legalità e di giustizia, di speranza e di pace. È portale d’eternità, proiezione dell’umanità nel tempo di Dio, profezia sul futuro dell’uomo e della storia. È “città posta sul monte” per indicare a tutti gli uomini di buona volontà il cammino da compiere per raggiungere, guidati dalla Vergine Maria, la città di Dio, la santa Gerusalemme.