• Notte al SantuarioVenerdì 26 giugno, torna “Una notte al Santuario”, l’iniziativa che permetterà di visitare la Basilica mariana anche di sera. In quattro diversi appuntamenti, le porte del Santuario si apriranno, dunque, per un suggestivo percorso notturno dello straordinario e affascinante luogo di culto fondato dal Beato Bartolo Longo alla fine dell’800. Proposta per il terzo anno consecutivo, “Una notte in Santuario” è organizzata dall’Ufficio di Pastorale Giovanile, in collaborazione con l’Archivio Storico “Bartolo Longo”. Le date in cui si potrà effettuare la visita sono il 26 e il 27 giugno e il 17 e il 18 luglio. I percorsi guidati partiranno alle 20.15, 20.45 (anche in lingua inglese e in linguaggio LIS, per non udenti) e 21.15. Occorre prenotarsi perché ogni visita prevede un massimo di 50 persone.
  • locandina 20 sabati 15Sabato 23 maggio è ripresa la pratica dei XX sabati, che Bartolo Longo istituì come cammino di preghiera in preparazione al doppio appuntamento con la Supplica, l’8 maggio e la prima domenica di ottobre. Nell’animazione delle celebrazioni saranno coinvolti i parroci e i fedeli di comunità provenienti da ogni parte della Campania. Insieme a loro anche fedeli impegnati in gruppi, movimenti, associazioni. Un modo per dire come il Santuario di Pompei sia davvero casa di tutti, cenacolo di coloro che si affidano a Maria per andare a Cristo. Fino al 20 giugno si mediterà sui misteri della gioia e saranno nella città mariana la forania di Angri, che appartiene alla diocesi di Nocera-Sarno; la parrocchia battipagliese di Sant’Antonio di Padova; il Rinnovamento nello Spirito della Campania; i pellegrini e i devoti di San Ludovico da Casoria.

    Misteri Gioia       Misteri Luce

     

 

Supplica alla Vergine

 

I Papi e Pompei

 
 

1979

 

2003

 

2008

 
S.E. Mons.

Tommaso Caputo

Donazione PayPal

Importo:
Donazione al Pontificio Santuario delle Beata Vergine del Santo Rosario di Pompei

Orari e Celebrazioni

Il Rosario e la Nuova Pompei

OFFERTE AL SANTUARIO

 
borse_studio

Borse di Studio

Leggi Altro >>
home_restauro

Restauro

Apri >>
Stampa

Home Page

Pompei è opera di Dio

tempio dello Spirito, luogo di conversione e di riconciliazione, di misericordia e di preghiera, di spiritualità e di santità. È città di Maria, venerata come Vergine del Rosario, alla cui scuola milioni di pellegrini imparano ad ascoltare le parole del suo figlio Gesù e a farne una ragione di vita.

Pompei è dono dell’amore di Bartolo Longo

un innamorato della vita, un avvocato santo, che, animato da una straordinaria pietà mariana, ha impegnato tutta la vita a servizio del Vangelo, costruendo una nuova città dell’amore.

Pompei è Rosario

progetto di vita, via che conduce alla contemplazione dei misteri della salvezza, rifugio sicuro nelle prove della vita, catena che lega i cuori a Dio e ci fa fratelli. È Supplica, preghiera filiale, fiduciosa e devota alla Madre del Signore. È missione mariana, mandato apostolico, servizio della Parola, impegno di annuncio della buona notizia del Vangelo con Maria e per Maria, la Vergine dell’ascolto e del fiato.

Pompei è laboratorio di solidarietà e di promozione umana

migliaia di ragazzi e ragazze, di uomini e donne, vittime del disagio sociale, sono stati accolti e restituiti alla propria dignità umana, sperimentando il calore di una casa e di una famiglia.

Pompei è crocevia di uomini e di popoli

di culture e di nazionalità, luogo di incontro di una umanità assetata di Dio e desiderosa di legalità e di giustizia, di speranza e di pace. È portale d’eternità, proiezione dell’umanità nel tempo di Dio, profezia sul futuro dell’uomo e della storia. È “città posta sul monte” per indicare a tutti gli uomini di buona volontà il cammino da compiere per raggiungere, guidati dalla Vergine Maria, la città di Dio, la santa Gerusalemme.