• esercizi webDall’11 al 13 marzo, il Santuario propone, per il quarto anno consecutivo, gli Esercizi Spirituali per tutti, per approfondire la Parola di Dio. Gli esercizi seguono un ciclo tematico triennale. Ogni anno sarà approfondita una delle virtù teologali: quest’anno la fede, nel 2021 la speranza, nel 2022 la carità. L’11 marzo, la relatrice sarà la teologa Lorella Parente che parlerà della “Fede oltre la speranza. Abramo e la fede del credente nell’Antico Testamento”. Il 12, a guidare la riflessione sarà Mons. Bruno Forte, Arcivescovo di Chieti-Vasto, che parlerà de “La fede di Gesù. La fedeltà di Gesù alla volontà del Padre”. Il 13, sarà il biblista don Antonio Pitta a guidare la riflessione su “La fede dell’ascolto. La fede nella riflessione dell’apostolo Paolo”.
  • god morning webDal 26 febbraio torna “God Morning”, l’iniziativa del Servizio per la Pastorale Giovanile di Pompei, che guiderà il cammino social nella meditazione della Parola di Dio nel Tempo di Quaresima. A darle il via sarà l’Arcivescovo, Mons. Tommaso Caputo, che regalerà il commento al Vangelo del Mercoledì delle Ceneri. Tante le novità per questo 2020. Dal lunedì al giovedì, ogni mattina, sul canale Telegram, sul profilo Instagram, sulla pagina Facebook e su Twitter, la meditazione del Vangelo del giorno. Il venerdì, saranno suggeriti digiuni particolari, mentre il sabato sarà proposta la pratica dei Venti Sabati. La domenica, infine, a commentare il Vangelo saranno i responsabili e gli ospiti delle opere di carità del Tempio mariano.
  • orariOgni giorno, molti ci contattano per chiederci gli orari delle celebrazioni in Santuario. A partire dal 1° gennaio 2020, il programma quotidiano subirà qualche piccola variazione. Pubblichiamo tutti gli orari, sia dei giorni feriali sia dei festivi, perché possiate prenderne nota.
     
     
 

Supplica alla Vergine

 

I Papi e Pompei

 
 

1979

 

2003

 

2008

 

2015

 
S.E. Mons.

Tommaso Caputo

Donazione PayPal

Importo:
Donazione per le Opere sociali del Santuario, che è possibile conoscere nel dettaglio, consultando la sezione in basso.

Orari e Celebrazioni

Il Rosario e la Nuova Pompei
 

OFFERTE AL SANTUARIO

 
borse_studio

Borse di Studio

Leggi Altro >>
home_restauro

Restauro

Apri >>
Stampa

Giovanni Paolo II a Pompei 1979

La prima volta del Papa nella città mariana risale all’ottobre 1979. Giovanni Paolo II era appena ritornato dal suo viaggio apostolico in Irlanda e nell'America del Nord. Durante la consueta Udienza Generale del mercoledì (10 ottobre 1979) ne diede egli stesso l’annuncio: «Per ringraziare la Vergine Santissima con maggiore fervore e per implorare la grazia della conversione e della pace, vi comunico ora con immensa gioia che domenica 21 ottobre mi recherò in pellegrinaggio al Santuario di Pompei». Era il primo abbraccio con le popolazioni del Sud d’Italia. Si realizzava in questo modo l’auspicio profetico dell’Avv. Bartolo Longo che, nel discorso inaugurale della monumentale facciata del Santuario (5 maggio 1901), aveva affermato: «Un giorno da quella loggia noi vedremo la bianca figura del Rappresentante di Cristo benedire le genti accolte in questa piazza, acclamanti la pace universale».Da quella loggia, prima della recita dell’Angelus, il Papa fece una particolare consegna ai giovani presenti in piazza: «Carissimi giovani! La vostra presenza, così numerosa, e il vostro incontenibile entusiasmo sono la conferma che il messaggio di Cristo non è un messaggio di morte, ma di vita; non di vecchiume, ma di novità; non di tristezza, ma di gioia! Ditelo ai vostri coetanei, a tutti gli uomini, con i vostri canti, con i vostri ideali, ma specialmente con la vostra vita!».
Al termine dell’Angelus il Santo Padre si fermò a lungo con i giovani cantando in polacco. Quasi un anno dopo, il 26 ottobre 1980, Giovanni Paolo II riconosceva, a nome della Chiesa, lo straordinario percorso di vita, di opere e di santità dell’Avvocato Bartolo Longo (Latiano 10.02.1841 - Pompei 05.10.1926), con il solenne rito della Beatificazione. Quel giorno, in Piazza San Pietro, insieme al Fondatore del Santuario della Beata Vergine Maria del Rosario di Pompei e delle annesse Opere di carità, venivano proclamati Beati Suor Maria Anna Sala, delle Suore Marcelline, e don Luigi Orione, proclamato, poi, santo il 16 maggio 2004. Nell’omelia pronunciata per quell'occasione, il Santo Padre, presentando le caratteristiche dei tre nuovi Beati, a proposito dell’Avvocato pompeiano affermava: «Infine, ecco ancora Bartolo Longo, ... egli è l’apostolo del Rosario, il laico che ha vissuto totalmente il suo impegno ecclesiale… “l’uomo della Madonna”: per amore di Maria divenne scrittore, apostolo del Vangelo, propagatore del Rosario, fondatore del celebre Santuario in mezzo ad enormi difficoltà ed avversità; per amore di Maria creò istituti di carità, divenne questuante per i figli dei poveri, trasformò Pompei in una vivente cittadella di bontà umana e cristiana...». Un modello di santità laicale da conoscere, amare e imitare.