• celebrazioni 29 webPubblichiamo la locandina con gli orari delle celebrazioni, dei riti e degli ingressi in Santuario per la preghiera personale, in vigore a partire da lunedì 29 giugno. Gli orari varranno fino a nuove disposizioni. Atteso che le norme governative limitano il numero dei partecipanti alle celebrazioni, è richiesta la prenotazione telefonica all'Ufficio Rettorato, ma solo per i giorni di sabato e domenica. Potrete telefonare all'Ufficio Rettorato ai numeri 081.8577379 o 081.8507000 (dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19 di tutti i giorni). A partire dal 29 giugno non occorrerà la prenotazione per partecipare alle Messe celebrate dal lunedì al venerdì.
     
  • talloncino carita16Anche quest’anno, con il tuo 5x1000, puoi aiutare l’Associazione “SANTUARIO DI POMPEI: CASA DI CARITÀ – O.N.L.U.S.”, sostenendo le strutture di accoglienza fondate dal Beato Bartolo Longo che, ancora oggi, dopo oltre 130 anni, danno speranza, amore e un futuro migliore “ai più deboli” della società. Molti i traguardi raggiunti in questi anni. Oltre alle opere in favore di bambini orfani, soli o abbandonati, figli di detenuti e, poi, quelle per ospitare gestanti, ragazze madri con i loro bambini e minori provenienti da situazioni di disagio economico e sociale (Centri educativi "Bartolo Longo" e "Beata Vergine"), sono attive sei Case Famiglia e la Mensa per i Poveri intitolata a “Papa Francesco”.
    Leggi tutto...
 

Supplica alla Vergine

 

I Papi e Pompei

 
 

1979

 

2003

 

2008

 

2015

 
S.E. Mons.

Tommaso Caputo

Donazione PayPal

Importo:
Donazione per le Opere sociali del Santuario, che è possibile conoscere nel dettaglio, consultando la sezione in basso.

Orari e Celebrazioni

Il Rosario e la Nuova Pompei

OFFERTE AL SANTUARIO

 
stemma bartolo longo altare
home_restauro

Restauro

Apri >>
Stampa

Convegno Disabilità e barriere sociali

Disabilità e barriere sociali 
A Pompei un convegno per promuovere la tutela e la cura delle persone non autosufficienti

“Misure di sostegno alle persone non autosufficienti e alle loro famiglie. Quali prospettive?”. Questo il tema del convegno che si terrà alle 10.00 di sabato 5 marzo, presso la Sala Marianna De Fusco del Santuario della B.V. del Rosario di Pompei, (Piazzale Giovanni XXIII).


L’incontro, organizzato dalla Confraternita di Misericordia di Pompei, governata dalla dott.ssa Antonietta Bianco, in collaborazione con l’Associazione Culturale Vesuvio, si propone di valutare quanto è stato fatto fino ad oggi e quanto si può e si deve fare nella nostra Regione per le persone non autosufficienti, spesso socialmente escluse per la loro mancanza di autonomia e di difesa. Il convegno mira a sollecitare la collaborazione di chi opera nel settore, di quanti volontariamente offrono sostegno a queste persone, ma anche il contributo dei cittadini, per modificare la società al fine di adattarla alle necessità di tutti, diversamente abili compresi.
Al convegno, moderato dal dott. Antonio Ebreo, Consigliere Delegato alla Cultura del Comune di Pompei, interverranno mons. Carlo Liberati, Arcivescovo Prelato e Delegato Pontificio di Pompei, gli On. Stefano Caldoro e Paolo Romano, rispettivamente Presidente della Giunta e del Consiglio Regionale della Campania, l’On. Antonia Ruggiero, Presidente della VI Com. Cons. Perm. “Istruzione e cultura, ricerca scientifica e politiche sociali” del Consiglio Regionale della Campania, l’On. Carmine Sommese, Vicepresidente della II Com. Spec. per le Politiche Giovanili, disagio sociale e occupazionale del Consiglio Reg. della Campania e componente della VI Com. Cons. Perm. “Istruzione e cultura, ricerca scientifica e politiche sociali”, il Sindaco di Pompei, Avv. Claudio D’Alessio, il dott. Carlo Vaiano, Dirigente ASL NA 3 Sud, e il dott. Salvatore D’Ambrosio, del Distretto 58 Pompei ASL NA 3 Sud. Il dibattito sarà coordinato dal dott. Angelo Ranieri, medico chirurgo presso il P.O. San Leonardo di Castellammare di Stabia, e da Salvatore Freddo, della segreteria dell’on. Carmine Sommese.
Parteciperanno anche i rappresentanti delle varie associazioni impegnate nella cura e nella tutela delle persone non autosufficienti.
L’iniziativa gode del Patrocinio del Santuario e del Comune di Pompei, della Regione Campania e del Consiglio Regionale della Campania.