Stampa

Domenica della Parola

domenicaPompei celebra la prima Domenica della Parola di Dio, istituita da Papa Francesco con la Lettera apostolica "Aperuit Illis", pubblicata lo scorso 30 settembre, per accrescere nei credenti la familiarità con le Sacre Scritture. I Testi sacri indicano ai cristiani la strada da seguire. È il motivo per cui sono definiti “vivi”, capaci di parlare all’uomo di ogni tempo per dare indirizzo alla propria esistenza, personale e comunitaria. Quei Testi indicano la strada alla Chiesa. Nel Santuario di Pompei, alle 19 di sabato 25 gennaio, l’Arcivescovo della Città mariana, Monsignor Tommaso Caputo,celebrerà la Messa durante cui si sottolineerà il significato di questa speciale domenica attraverso due gesti simbolici. Sarà solennemente intronizzato un
Evangelario nella Cappella di San Michele, alla sinistra dell’Altare maggiore. Inoltre, ai candidati al ministero del Lettorato sarà fatto dono di una Sacra Bibbia. In tutte le celebrazioni di domenica 26 gennaio, invece, i fedeli saranno invitati ad approfondire quotidianamente l’Antico e il Nuovo Testamento, cercando nei Testi sacri le risposte necessarie alla propria vita. All’Altare di San Michele, sarà inoltre distribuito un segnalibro con una doppia facciata, che pubblichiamo anche qui. In una è la cara Immagine della Madonna di Pompei e, in un tondo, è evidenziato il Vangelo posto dinanzi al Trono della Vergine, un particolare che non tutti, osservando il Quadro, notano. Nell’altra, è riportata una preghiera di Papa Francesco.