Stampa

Cronaca Supplica 3 ottobre 2021

cronaca supplicaDomenica 3 ottobre l’Arcivescovo di Napoli, Monsignor Domenico Battaglia, ha presieduto, sul sagrato del Santuario, la Supplica della prima domenica del mese del Rosario. A concelebrare è stato l’Arcivescovo di Pompei, Tommaso Caputo, l’Arcivescovo Lazzaro You, Prefetto della Congregazione vaticana per il Clero, l’Arcivescovo Luigi Travaglino, Nunzio apostolico emerito, l’Arcivescovo emerito di Aversa, Mario Milano, e tutto il clero della Prelatura di Pompei. Pur a distanza, la diretta dell’evento, garantita, in tv e in streaming, da Tv2000 e da Canale 21, ha consentito la partecipazione di centinaia di migliaia di persone non solo in Italia, ma anche in Europa e nel mondo. Spiritualmente anche Papa Francesco si è unito a
Pompei e, al termine della recita dell’Angelus, ha ricordato: «In questa prima domenica di ottobre il pensiero va ai fedeli radunati presso il Santuario di Pompei per la recita della Supplica alla Vergine Maria. In questo mese rinnoviamo insieme l’impegno a pregare il Santo Rosario». Nell’omelia, Monsignor Battaglia ha esortato a guardare alle periferie della storia, ai piccoli e agli ultimi, dei quali si calpestano i diritti e non si ascolta il grido. È urgente dare risposte al loro desiderio di felicità, come avviene ogni giorno nelle Opere di Carità del Santuario, «sotto lo sguardo e la custodia di Maria» in una terra «fecondata dall’apostolato di Bartolo Longo». L’Arcivescovo Battaglia è stato accolto a Pompei dal saluto del Prelato, monsignor Caputo, che ha sottolineato il rapporto profondo tra Napoli e la Madonna del Rosario: «È proprio a Napoli che il giovane avvocato Bartolo Longo si recò alla ricerca di un’immagine della Vergine dinanzi alla quale i pochi contadini dell’allora Valle potessero pregare».
 
 
Comunicato Stampa      Saluto Mons. Caputo      Omelia Arc. Domenico Battaglia