• messe tv webDal 1° ottobre, torna l’appuntamento con la santa Messa in diretta televisiva dal Santuario di Pompei. Dal lunedì alla domenica, le telecamere di Tv2000, l’emittente della Conferenza Episcopale Italiana, saranno nella Basilica mariana per la ripresa e la messa in onda delle celebrazioni eucaristiche delle 8.30 e delle 19. Come già comunicato, i fedeli che vorranno partecipare alle celebrazioni del sabato e della domenica dovranno segnalare la loro presenza in tempo utile, chiamando il Rettorato ai numeri 0818577379 e 0818507000. Si potrà seguire la diretta, per l’intero mese di ottobre, sintonizzandosi sui canali di Tv2000 (28 DTT, 18 di tivùsat e 157 di Sky). L’11, il 18 e il 25 ottobre, Canale 5 trasmetterà la Messa dal Santuario alle 10.
  • buongiorno maria ottobre webSul tema “Sulle orme di Bartolo Longo, santi e immacolati nella carità”, torna, il 1° ottobre, il Buongiorno a Maria. Dal lunedì al sabato, alle 6.30, attraverso questa accorata preghiera, i fedeli affideranno al cuore della Madre il nuovo giorno che inizia. Le riflessioni del mese di ottobre 2020, in cui la Chiesa di Pompei celebra il 40° anniversario dalla Beatificazione di Bartolo Longo, saranno ispirate all’Esortazione apostolica di Papa Francesco Gaudete et exsultate per riflettere sulla santità come possibilità di vita aperta a tutti gli uomini. Poiché le norme sanitarie prevedono di non superare un numero prestabilito di fedeli in Basilica, non volendo precludere a nessuno la possibilità di poter partecipare al momento di preghiera, non sarà possibile
    Leggi tutto...
  • orari ottobre webEcco i nuovi orari delle celebrazioni, dei riti e degli ingressi in Santuario per la preghiera personale, in vigore a partire da sabato 26 settembre. Gli orari varranno fino a nuove disposizioni. Nel rispetto delle norme governative, per partecipare alle celebrazioni del sabato e della domenica in Santuario, è richiesta la prenotazione telefonica all’Ufficio Rettorato (081.8577379 o 081.8507000. Dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19 di tutti i giorni).
     
  • letteraIn occasione dei 40 anni dalla Beatificazione di Bartolo Longo, l’Arcivescovo di Pompei, Mons. Tommaso Caputo, scrive una lettera alla Città e ai fedeli, sul tema “L’oggi di Dio e i segni dei tempi in un mondo che cambia”. Un documento programmatico che, prendendo spunto dalla ricorrenza e alla luce dell’esperienza e del carisma del Fondatore, allarga lo sguardo al mondo, di fronte a una crisi inattesa, con risvolti che vanno anche oltre i drammatici aspetti sanitari ed economici. Sotto osservazione, in particolare, la realtà del Mezzogiorno, in cui opera il Santuario mariano, già penalizzata da problemi e mali antichi che continuano a rallentarne un organico sviluppo.
     
  • talloncino carita16Anche quest’anno, con il tuo 5x1000, puoi aiutare l’Associazione “SANTUARIO DI POMPEI: CASA DI CARITÀ – O.N.L.U.S.”, sostenendo le strutture di accoglienza fondate dal Beato Bartolo Longo che, ancora oggi, dopo oltre 130 anni, danno speranza, amore e un futuro migliore “ai più deboli” della società. Molti i traguardi raggiunti in questi anni. Oltre alle opere in favore di bambini orfani, soli o abbandonati, figli di detenuti e, poi, quelle per ospitare gestanti, ragazze madri con i loro bambini e minori provenienti da situazioni di disagio economico e sociale (Centri educativi "Bartolo Longo" e "Beata Vergine"), sono attive sei Case Famiglia e la Mensa per i Poveri intitolata a “Papa Francesco”.
    Leggi tutto...
 

Supplica alla Vergine

 

I Papi e Pompei

 
 

1979

 

2003

 

2008

 

2015

 
S.E. Mons.

Tommaso Caputo

Donazione PayPal

Importo:
Donazione per le Opere sociali del Santuario, che è possibile conoscere nel dettaglio, consultando la sezione in basso.

Orari e Celebrazioni

Il Rosario e la Nuova Pompei

OFFERTE AL SANTUARIO

 
stemma bartolo longo altare
home_restauro

Restauro

Apri >>
Stampa

Benedetto XVI a Pompei

Anche il successore di Giovanni Paolo II, Papa Benedetto XVI, volle venire pellegrino a Pompei. Era il 19 ottobre del 2008.
Accolto dall’Arcivescovo Mons. Carlo Liberati, Delegato Pontificio, e da decine di migliaia di persone, affidò “alla Madre di Dio, nel cui grembo il Verbo si è fatto carne” il Sinodo dei Vescovi, allora in corso. Ricordando, poi, la figura del Fondatore e Beato Bartolo Longo, ne sottolineò la radicale conversione, dicendo: “Dove arriva Dio, il deserto fiorisce! Anche il Beato Bartolo Longo, con la sua personale conversione, diede testimonianza di questa forza spirituale che trasforma l’uomo interiormente e lo rende capace di operare grandi cose secondo il disegno di Dio”.
Il Pontefice rilevò quale fosse il “segreto” di Pompei, terrà di amore e di carità: la preghiera del Santo Rosario. Queste le sue parole: “Questa preghiera ci conduce, attraverso Maria, a Gesù”. E più avanti: “Il Rosario è preghiera contemplativa accessibile a tutti: grandi e piccoli, laici e chierici, colti e poco istruiti”. E ancora: “Il Rosario è 'arma' spirituale nella lotta contro il male, contro ogni violenza, per la pace nei cuori, nelle famiglie, nella società e nel mondo”.
Dopo aver celebrato l’Eucaristia, il Santo Padre guidò la recita della Supplica e affidò il mondo intero nelle mani di Maria Santissima.